Un quadro chiamato Monument Valley

Quando io e Lorenzo abbiamo buttato giù l‘itinerario per l’on the road negli Stati Uniti di quest’estate mi sono trovata a fronteggiare un solo pensiero: ma di sta Monument Valley, a me, che me frega?
Mi sembrava che quel puntino aggiunto alla mappa che portava tanto fuori strada fosse un po’ inutile. Poi, ci si perdono 2 ore tra le rocce, senza poter scendere dall’auto, senza sgambettare e senza bruciare quel muffin banana-cioccolato gigante della colazione.
Poi, ci sono gli indiani che sono antipatici.
Poi.
Insomma, a me non mi convinceva proprio. Peccato che una volta arrivati li, già arrivando veramente, mi sono resa conto in un solo istante di quanto mi stavo sbagliando. Di quando, quella fotografatissima distesa mi stesse aspettando a braccia aperte dicendo “avevo ragione io ad essere un puntino sulla mappa”.

Ti senti piccolo, fa caldo, ma non te ne può fregare di meno. Sai quelle tre rocce che vedevi sempre sullo sfondo di Wile Coyote, o in Forrest Gump, o in ogni film wester che si rispetti?
Beh, sono li davanti a te e ti stanno fissando.

Come visitare Monument Valley

Monument Valley si può visitare tranquillamente in auto, sì, con la vostra bella berlina noleggiata, che ne uscirà più rossa che mai. Per forza. Il giro in auto che si può fare in autonomia è obbligato (tranne alcuni punti) e vi mostrerà i principali viewpoint segnalati sulla mappa. Ovviamente, la velocità da mantenere è minima e bisogna tenere d’occhio le buche ed i punti più impervi…il Loop non è una strada asfaltata ed è bello che sia così!
Mappa Monument Valley

C’è anche un trail a piedi che si può seguire, sulla mappa lo vedete in rosa, il Wildcat Trail. Ricordate che questo è un deserto e pertanto è popolato da creature non sempre simpatiche (topi, serpenti, scorpioni, ragni) e necessita di un abbigliamento adeguato oltre che ad una buona fornitura di acqua.

Inoltre, in loco gli indiani organizzano visite a cavallo (molto suggestive!) e jeep per escursioni al di fuori del loop centrale, in zone chiuse al pubblico. Preparatevi a contrattare e potreste strappare un buon prezzo (non meno di 50/60$ a persona)

Per l’accesso, basta saldare i 20$ (se possibile in contanti, prezzo aggiornato ad agosto 2017) alla simpatica indiana che vi lascerà la mappa dei viewpoint.

Una delle opzioni per “viverla” nel profondo è soggiornarci all’interno: l’hotel Goulding’s Lodge ma soprattutto il The View offrono terrazze con vista Monument Valley che valgono ogni centesimo di dollaro speso. Alla nostra prossima visita dormiremo qui anche noi, oppure potremmo scegliere di dormire in una tipica capanna Navajo…

Quindi? Com’è sta Monument Valley?

Monument Valley è così come l’abbiamo vista in ogni film: epica. Vi lascerà senza fiato ad ogni curva, in ogni roccia, in ogni sfaccettatura, e ogni filo verde su quelle rocce rosse sarà unico. In generale, penso sia imperdibile per chi sta organizzando un on the road che comprenda Arizona e Utah, anche perchè è abbastanza comodo da qui arrivare a Page (da non perdere: Horseshoes bend e Antelope Canyon) o al South Rim del Grand Canyon.

Ah, ci abbiamo passato quasi 4 ore anzichè le 2 e mezzo standard. Abbiamo fotografato ogni granello di sabbia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 18 =