Aurora boreale in note

Camilla è partita da sola alla volta della Finlandia, il suo primo viaggio di gruppo, che sono certa non sarà l’ultimo. Ho sentito solo spizzichi e bocconi del suo racconto, non abbiamo ancora avuto modo di sederci per rivedere le foto, sarà una delle 170 mila cose da infilare “tra Natale e capodanno”. Mi sono immaginata a fare la valigia per un posto così: alcuni miei colleghi lavorano proprio da li, e raramente parlano di sole, bel tempo e caldo. Figuriamoci a dicembre. Una selezione di brani un po’ freddi, o che scaldano le orecchie ( e si spera anche il cuore) e accompagnano in un viaggio mentale in una terra fredda e ghiacciata. Dove, potete sceglierlo voi.

La neve che comincia a scendere quando meno te lo aspetti: Kodaline – All I want
Passeggiare per le foreste, nel silenzio più totale, quando senti anche le foglie muoversi: Mumford and sons – The ghost that we know
Un camino che scoppietta nella notte: Biffy Clyro – The thaw
Uno sguardo dall’alto di una vetta: Pearl Jam – Unthought Known
L’aurora boreale, che compare quando meno te l’aspetti: Radiohead – 4 minutes warning
La coda di una balena che solca l’acqua: Björk – It’s oh so quiet
Le città che brillano nel mezzo del ghiaccio: Massive attack – Paradise circus

Un respiro a pieni polmoni, d’aria buona e incontaminata: Moby – The Last Day
Immergersi in una sauna, con la neve appena fuori dal bordo: alt-J – Every Other Freckle
Una corsa tra le renne, di quelle a perdifiato: Bear’s Den – Agape

[Se vuoi ascoltare la playlist, la trovi al link di Spotify. Buon ascolto! Photo by Jonatan Pie on Unsplash]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
11 + 3 =